I like my bike – Rimini Bici Plan

I like my bike

I like my bike – Rimini Bici Plan

Il progetto “I like my Bike – MoviMenti Under 30” è un percorso partecipativo per aprire un confronto con i giovani riminesi tra i 18 e i 30 anni attraverso laboratori dedicati al tema della mobilità attiva e degli spazi della città. Decine di giovani, provenienti da diverse realtà cittadine (centri giovanili, università, associazioni, cooperative sociali) hanno cominciato a lavorare insieme per progettare un sistema di percorsi ciclabili, corredati di spazi e servizi, a partire dalle esigenze che rilevano nel vivere quotidianamente il proprio territorio e dalle loro diverse conoscenze e capacità.

Il progetto è stato ideato dal Comune di Rimini e dal Piano Strategico Rimini Venture ottenendo il contributo della Regione Emilia-Romagna nel bando 2013 che promuove progetti di partecipazione.

L’obiettivo del progetto è stato quello di concorrere a diffondere una nuova cultura ambientale nelle nuove generazioni e, soprattutto, di suscitare fiducia e coinvolgimento concreto dei giovani nella vita pubblica e nelle decisioni sulla città, rafforzandone la partecipazione ai processi decisionali e chiamandoli ad esprimersi in maniera concreta per disegnare la città che desiderano per il loro futuro. Un coinvolgimento attivo, dunque, che consentisse di far emergere la percezione della città da parte dei giovani e, al tempo stesso, conferisse loro un ruolo di responsabilità relativo alle scelte di gestione e programmazione, calandoli in quel ruolo “politico” spesso considerato ostile e troppo lontano dalle loro inclinazioni e dalle loro visioni. I tavoli di lavoro, seguiti da esperti e facilitatori, hanno operato su quattro temi tra loro interconnessi: la redazione di un Biciplan; la comunicazione della nuova mobilità; nuova mobilità e spazi delle cultura; i mestieri della nuova mobilità.

L’obiettivo del tavolo relativo al tema “Biciplan” è stato quello di costruire una mappa condivisa dei percorsi ciclabili del comune di Rimini, partendo dalle conoscenze che i giovani hanno della città in cui vivono e che abitano.